Cosa sono i fondi interprofessionali e come utilizzarli al meglio perché siano davvero un vantaggio

da | 23/05/23 | Formazione

I fondi interprofessionali sono strumenti finanziari che svolgono un ruolo significativo nel fornire servizi di formazione, supporto all’occupazione e tutela dei lavoratori in diversi settori industriali o professionali.
In questo articolo, esploreremo in dettaglio cosa sono, i loro benefici e come possono essere utilizzati al meglio per ottenere vantaggi reali sia per i lavoratori che per le aziende.

Cosa sono e che scopo hanno i fondi interprofessionali

I fondi interprofessionali sono organismi che finanziano la formazione continua dei lavoratori dipendenti, utilizzando una quota dello 0,30% della retribuzione versata all’INPS dalle aziende.

Sono costituiti da organizzazioni sindacali e datoriali e si occupano di promuovere e gestire piani formativi aziendali o territoriali, in base alle esigenze dei diversi settori economici.

Hanno come scopo principale quello di promuovere la formazione e lo sviluppo professionale dei lavoratori, migliorando le loro competenze e adattandole alle esigenze del mercato del lavoro in continua evoluzione.

Un vantaggio chiave offerto dai fondi interprofessionali è la possibilità di accedere a programmi di formazione specifici e di qualità. Questi programmi spesso si concentrano su settori o professioni specifiche, fornendo competenze altamente specializzate che possono migliorare le opportunità di carriera dei lavoratori. Ad esempio, un fondo interprofessionale nel settore dell’informatica potrebbe offrire corsi di formazione avanzata su nuove tecnologie emergenti, consentendo ai lavoratori di acquisire competenze all’avanguardia richieste dalle aziende del settore.

Alcuni tra i più importanti fondi interprofessionali

In Italia esistono 19 fondi interprofessionali e si differenziano per le categorie di lavoratori e di imprese a cui si rivolgono. Alcuni dei più importanti sono Fondimpresa, Fondirigenti, Forte, Fonarcom, Fon.Coop.

Fondimpresa rappresenta il sostegno per i lavoratori delle imprese industriali, inclusi le piccole e medie imprese del settore. Propone diverse tipologie di interventi formativi, come corsi online, percorsi di apprendistato, master e specializzazioni.

Fondirigenti si dedica alla formazione dei dirigenti industriali, concentrandosi sullo sviluppo delle competenze manageriali e di leadership. Tra le sue iniziative troviamo programmi di coaching, mentoring, networking e sviluppo personale.

Forte è l’ente che si occupa dei lavoratori nei settori del commercio, turismo, servizi, credito, assicurazioni e trasporti. Offre formazione su tematiche quali la sicurezza, la qualità, l’innovazione, la digitalizzazione e la sostenibilità.

Fonarcom è il fondo che si dedica alla formazione dei lavoratori nel terziario, artigianato e nelle piccole e medie imprese. Propone percorsi formativi sulla gestione aziendale, la comunicazione, il marketing, le lingue straniere e le nuove tecnologie.

Fon.Coop si impegna nella formazione dei lavoratori delle imprese cooperative, concentrando l’attenzione sulla cooperazione sociale, l’economia solidale, la partecipazione e la responsabilità sociale.

Per conoscere tutti i fondi e le loro caratteristiche, è possibile consultare il sito www.fondi-interprofessionali.it , dove è possibile anche verificare a quale fondo aderire in base al proprio settore di appartenenza.

I settori più coinvolti e le tipologie di formazione più richieste

Secondo i dati dell’ANPAL, nel 2019 i fondi interprofessionali hanno finanziato 34.833 piani formativi, coinvolgendo 1.472.000 lavoratori e erogando 32 milioni di ore di formazione. I settori più coinvolti includono il commercio, l’industria, l’artigianato, il credito e le assicurazioni. Le tipologie di formazione più richieste riguardano le competenze digitali, linguistiche, manageriali e trasversali.

Quali vantaggi offrono

Dal punto di vista delle imprese, questi fondi rappresentano un’opportunità significativa. Innanzitutto, consentono di migliorare la produttività e la competitività sul mercato, grazie alla formazione di personale qualificato e costantemente aggiornato. Inoltre, le imprese possono beneficiare di finanziamenti a fondo perduto o a tasso agevolato, contribuendo così a ridurre i costi legati alla formazione. Un altro vantaggio è la possibilità di fidelizzare i dipendenti, offrendo loro percorsi di crescita professionale e personale, che li motivano e li rendono più fedeli all’azienda. Infine, i fondi interprofessionali consentono alle imprese di rispondere in modo efficace alle esigenze del territorio e del settore, partecipando a progetti formativi condivisi con altre aziende o enti locali, creando sinergie e collaborazioni.

Per i lavoratori, i fondi interprofessionali rappresentano una preziosa opportunità di sviluppo professionale. Essi offrono la possibilità di acquisire nuove competenze o aggiornare quelle già esistenti, in linea con le richieste del mercato del lavoro. Ciò consente ai lavoratori di aumentare la propria occupabilità e di accedere a migliori opportunità di carriera e retribuzione, grazie anche alla certificazione delle competenze acquisite. Un altro aspetto vantaggioso è la flessibilità offerta dalla formazione finanziata da questi fondi. I lavoratori possono conciliare la formazione con il lavoro e la vita privata, grazie alla possibilità di scegliere tra diverse modalità di erogazione dei corsi, come la formazione in presenza, a distanza o una combinazione delle due. Infine, i lavoratori hanno l’opportunità di partecipare attivamente alla progettazione dei percorsi formativi, esprimendo le proprie esigenze e preferenze, garantendo così un apprendimento più personalizzato e centrato sulle loro necessità.

Come ottimizzare l’utilizzo dei fondi interprofessionali

Seguendo i seguenti consigli, è possibile massimizzare l’efficacia nell’utilizzo dei fondi interprofessionali.

Si raccomanda di consultare i siti web pertinenti o contattare le associazioni di categoria per ottenere informazioni dettagliate sui servizi offerti e sulle procedure di accesso.

I fondi interprofessionali offrono una vasta gamma di programmi di formazione, pertanto è essenziale individuare i corsi o i percorsi che possano soddisfare le necessità e che siano riconosciuti e apprezzati dal mercato del lavoro.

I fondi interprofessionali offrono spesso opportunità per interagire e collaborare con altri professionisti del settore. Partecipare a eventi, workshop o gruppi di lavoro organizzati dai fondi interprofessionali permette di connettersi con persone che hanno interessi simili e condividere esperienze e conoscenze.

È importante mantenere la conoscenza aggiornata sulle nuove opportunità, i programmi di formazione o i servizi offerti. Iscriversi alle newsletter, seguire i canali social e partecipare agli eventi promossi dai fondi permette di rimanere informati sulle ultime novità.

Sfruttare al meglio i fondi interprofessionali richiede un approccio proattivo e la consapevolezza delle opportunità disponibili. Seguendo questi consigli, si possono massimizzare i benefici offerti da questi fondi per lo sviluppo professionale.